martedì 20 giugno 2017

Recensione: Tutte le stelle del cielo di Angela Contini

Tutte le stelle del cielo (Vermont series #2)
Angela Contini
Newton Compton Editori
288 pg
€ 5,90

La vita di Kyle Hawkins è alla deriva. Quando viene arrestato per guida in stato d’ebbrezza, possesso di stupefacenti e molestie, il padre lo spedisce a Pretty Creek, nel Vermont, ad aiutare il nonno che ha un negozio di fiori. La provincia è l’inferno per Kyle che, senza amici, va nell’unico pub della cittadina a ubriacarsi; proprio lì lavora Katherine Hutchinson, la vicina di casa del nonno con mille problemi, innamorata di Kyle da sempre. Sarebbe meglio per entrambi stare lontani, ma Kathy è ancora attratta dal ragazzino di quattordici anni a cui ha dato il primo bacio, mentre l’attaccamento di Kyle alla ragazza diventa un modo per scacciare i suoi demoni... 


Il nuovo libro di Angela è un una storia basata sulle seconde occasioni. 
Sulla possibilità di provare di nuovo delle emozioni e dei sentimenti quando la vita ha fatto di tutto per buttarti giù e farti arrendere, quando propriamente ti ha preso a calci in faccia. Ma l'essere umano è capace di riuscire a riemergere anche dal baratro più oscuro e lo fa sempre per amore: per amore di un figlio, per amore di un genitore, per amore di un fratello e anche per amore di una donna o di un uomo. L'amore è quella cosa che non ci farà mai arrendere, ci farà alzare la mattina e sperare in un mondo migliore, affrontare l'oscurità più cupa sapendo che da qualche parte la sua luce tornerà a brillare.
Katherine e Kyle si sono conosciuti e amati inconsapevolmente già da adolescenti ma poi la vita ci ha messo del suo e ha reso la loro strada molto impervia. Il dolore è il filo che lega le loro storie, che li ricongiunge dopo anni passati a vivere vite che non si aspettavano, ma affrontare insieme tale dolore sarà la chiave per ricongiungerli. 


Un'occasione, ancora una, in nome di un amore che ha accompagnato tutta la mia esistenza da ragazzina. Per quella ingenuità e dolcezza e innocenza che era. Da qualche parte, nascosto sotto dolore e litri di alcol c'è Kyle, il mio Kyle. Il quattordicenne che mi tiene ancora con sè su quella ruota panoramica.

Bello questo libro che si legge di un fiato che scorre veloci e non ti annoia, anzi fa palpitare il tuo cuore insieme a quello dei protagonisti.
Le stelle del cielo del Vermont si affacciano per guardare questi due ragazzi, che si amano e si feriscono, e brillano più forte per dirgli che loro ci saranno sempre così come per sempre l'uno ci sarà per l'altra.



domenica 11 giugno 2017

Recensione: Apri i tuoi occhi di Patrisha Mar


Apri i tuoi occhi
Patrisha Mar
Newton Compton Editori
249 pg
9,90 €

Ward Camden è un famoso scrittore di thriller, bestseller in tutto il mondo, ma è anche un misogino con il carattere schivo e nessuna voglia di stare al centro dell’attenzione. Il suo sogno è fuggire da Los Angeles, dalla sua agente e da Linda, la fidanzata. In un impeto di ribellione, decide così di partire per la Toscana, per ritrovare se stesso e la perduta voglia di scrivere. Il destino si presenta a lui con il nome di Sissi Fiori, una giovane violinista che prima lo travolge con la sua bicicletta, poi con il suo carattere solare e appassionato, infine lo coinvolge in una vacanza inaspettata e piena di sorprese. L’attrazione fra i due è immediata, ma ci pensano Andrea ed Emma, i più cari amici di Sissi, a complicare le cose. In un tale vortice di eventi, emozioni e fraintendimenti, Ward e Sissi riusciranno a lasciarsi andare al sentimento che sta nascendo fra loro?


Sissi, laureata in lingue violinista per passione con un sorriso sempre sulle labbra. Emma avvocato rampante mai un capello fuori posto. Ward scrittore di thriller best seller a corto di idee. Andrea proprietario di un piccolo studio di registrazione sull'orlo del fallimento all'inseguimento di amori impossibili. Quattro persone che alla prima occhiata risultano non avere niente in comune ma che in realtà sono legati da un filo rosso che si intreccia e li racchiude in vecchi e nuovi nodi. 
Quattro personaggi dalle mille sfaccettature per il nuovo libro di Patrisha mar. Due storie d'amore che si fanno sentire forte ambientate a Lucca, pittoresca cittadina toscana conosciuta da tutti i nerd e amanti dei manga e fumetti che si rispetti per il Comics che lì si tiene ogni anno.
Comics che farà parte anche della storia di Sissi e Ward, una storia d'amore nata per caso tramite un dito puntato sull'Italia e uno scontro in bicicletta con tanto di gambe finite all'aria. Patrisha, con lo stile che la caratterizza, romantico e riflessivo, con spunti di ilarità e accenni al mondo tanto amato della fantascienza e fumettti, ci racconta questa storia.
Anzi due storie perchè Andrea e Emma, nati come comprimari e forse anche elementi di disturbo, hanno urlato a  gran voce i loro sentimenti e si sono ritagliati lo spazio in questa storia dove ognuno di loro deve aprire i propri occhi e e usarli per guardare bene non solo le persone che hanno affianco ma sopratutto i propri cuori e trovare quel sentimento che mai credevano possibile di poter provare.
Devo dire che ho amato tantissimo le due protagoniste così lontane  e diverse tra loro ma proprio per questo complementari: Sissi con la sua gioia e il desiderio di vivere pienamente la propria vita ha aperto anche i miei occhi e fatto pensare che non è necessario ricercare la perfezione se tale ricerca non ci permette di godere pienamente il momento che stiamo vivendo; Emma al di là della sua algidità ha suscitato in me invece tenerezza e desiderio di protezione. Per quanto riguarda i due maschietti qualche calcetto nel fondoschiena non avrebbe fatto male. Inoltre ho amato molto lo studio approfondito della psicologia di ogni personaggio che patrisha è così brava da portare su carta.
Un bel libro prova evidente della crescita dell'autrice e del suo talento nel sondare in profondità l'anima e il cuore dei suoi personaggi, una storia d'amore sotto il cielo della Toscana che non vi dovete lasciar scappare.



sabato 10 giugno 2017

Segnalazione Made in Italy: L'ultima notte al mondo di Bianca Marconero

Ho incontrato il tuo sorriso dolce, 
con questa neve bianca adesso mi sconvolge, 
la neve cade e cade pure il mondo 
anche se non è freddo adesso quello che sento 
e ricordati, ricordami: 
tutto questo coraggio non è neve.
E non si scioglie mai, neanche se deve.

In tanti anni di blog credo di non avervi mai rivelato la mia grande passione per Tiziano Ferro, nè che ho praticamente consumato il suo cd "111" ascoltandolo ininterrottamente quando preparavo esami universitari e nel frattempo avevo anche lasciato il mio primo ragazzo (ebbene si l'ho mollato io e vi posso assicurare che avevo buoni motivi). Dopo tanti anni continuo ancora ad ascoltare Tiziano ed il suo nuovo cd è la colonna sonora di una storia per me importante davvero. Tutto queste chiacchiere su di me e su Tiziano solo per introdurvi l'uscita di un nuovo libro il cui titolo e ispirazione deve i suoi natali proprio al nostro caro Tiziano, cantante di cui l'autrice è una grande fan, così come io sono una garnde fan.
Sto parlando della vulcanica e camaleontica Bianca Marconero che, pur continuando a lottare con cavalieri e tavole rotonde, ci regala bellissime storie d'amore e tanti Marco da prendere a calci e amare. Infatti dal 29 Giugno troverete sugli scaffali delle librerie il suo ultimo libro edito da Newton i cui estratti pubblicati su Facebook hanno stuzzicato le corde della mia curiosità, tanto che le mie mani fremano dal desiderio di possederlo, con buona pace della mia dolce metà che ormai si è arreso alla mia infinita libreria.
Bando alle chiacchiere ecco a voi

L'ultima notte al mondo
Bianca Marconero
Newton Compton Editori
€ 5,90
Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro dove potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano… 


Scusate ma questa la dovevo mettere e cantare assolutamente!

Nell'edizione cartacea inoltre troverete la novella Prequel, con un titolo famoso di un'altra stupenda canzone di Tiziano e un giovanissimo Marco, mentre nell'edizione digitale sarà venduta separatamente


Ed ero contentissimo
Bianca Marconero
Newton Compton Editori



“Tu chiedevi sempre se c'era una speciale, una che mi tenesse sveglio, qualcuna a cui pensassi e io rispondevo che non c'era.  Era una bugia, papà.
Io una ragazza speciale ce l'ho da cinque dei miei diciotto anni.
Lei, papà, è il motivo per cui crederò sempre ai colpi di fulmine, mi fiderò sempre delle canzoni, saprò che si può tutto per amore. E non dico per conquistarlo, ma per permettere a chi amiamo di stare bene. Si può tutto senza avere nulla in cambio, insomma, senza una possibilità al mondo di essere felici.
Ah, perché la mia ragazza mica lo sa che sono innamorato di lei.”


Cinque anni prima de “L’ultima notte al mondo”, tra i banchi di scuola, Marco si innamora di Marianna. E attraverso Negazione, Rabbia, Patteggiamento, Accettazione e Depressione Marco affronta le cinque fasi dell’Elaborazione dell’Amore.


Approfittiamo per cantare ancora!!!! Non riesco a resistere!!!

Dopo tutte queste cantate e il mio delirio da fan per due mostri sacri, vi esorto a fare con me il conto alla rovescia e a leggere questo nuovo libro di Bianca che si prospetta 
romantico, divertente, coinvolgente e irresistibile!

venerdì 19 maggio 2017

Selfpushing Made in Italy: La fine del mondo arriva di venerdì di Isabel C. Alley

Da oggi su tutti gli store online l'ultimo libro della autrice de I diari di Isabel  che questa volta si cimenta in una nuova storia romance

La fine del mondo arriva di venerdì
Isabel C. Alley
€ 2,99

Può una piccola decisione, apparentemente priva di importanza, cambiare un’intera esistenza? Può l’amore, il sentimento più brillante e puro che esista, risvegliare un cuore assopito e renderlo allo stesso tempo così vulnerabile? 
Giulia avrebbe potuto ottenere la vita perfetta: una brillante carriera da avvocato, due splendidi bambini, un marito medico elegante e distinto. Invece si ritrova sola, in una mattinata di fine giugno, a boccheggiare per i trenta gradi della sua casa e il post-sbronza del venerdì sera. 
Durante il suo viaggio verso una meta solida e sfarzosa, uno strano meccanismo arriva a cambiare la direzione dei binari su cui il treno Giulia si sta muovendo: un meccanismo che porta il nome di Lia. 
È la sua nuova coinquilina, romana, con una zazzera enorme di riccioli in testa, a scuotere Giulia dall’apatia che tormenta le sue giornate, portandola con sé nel mondo della rievocazione storica. È là, tra allegri festeggiamenti, danze intorno al fuoco, abiti di lino e radure immerse nei monti che Giulia conosce la libertà, la spensieratezza, l’amore. 
È là che conosce Fran. 
Fran, capace di portare l’oro dell’estate nel grigio inverno di Giulia. In estate, però, nascono anche le tempeste e non sempre le tempeste si placano. A volte possono lasciare dietro di loro un vuoto oscuro, come se ci si trovasse, tutto a un tratto, alla fine del mondo. 
La fine del mondo può arrivare nel momento più inaspettato, prendendo da sola un appuntamento con ognuno di noi. Per Giulia ha scelto il venerdì.

Sito web: http://www.isabelcalley.com
Facebook fan page: https://www.facebook.com/DiarioIsabel



Presto la recensione di questo nuovo libro

venerdì 12 maggio 2017

Recensione: Matrimonio di convenienza di Felicia Kingsley


Matrimonio di convenienza
Felicia Kingsley
Newton Compton Editori
353 pg
€ 9,90

Jemma fa la truccatrice teatrale, vive in un seminterrato a Londra e colleziona insuccessi in amore. Un giorno però riceve una telefonata dal suo avvocato che potrebbe cambiarle la vita: la nonna Catriona, la stessa che ha diseredato sua madre per aver sposato un uomo qualunque e senza titolo nobiliare, ha lasciato a lei un’enorme ricchezza. Ma a una condizione: che sposi un uomo di nobili natali. Il caso vuole che l’avvocato di Jemma segua un cliente che non naviga proprio in acque tranquille: Ashford, il dodicesimo duca di Burlingham, è infatti al verde e rischia di perdere, insieme ai beni di famiglia, anche il titolo. Ashford è un duca, Jemma ha molti soldi. Ashford ha bisogno di liquidi, Jemma di un blasone… Ma cosa può avere in comune la figlia di una simpatica coppia hippy, che ama girare per casa nuda, con un compassato lord inglese? Apparentemente nulla… Il loro non sarà altro che un matrimonio di convenienza, un’unione di facciata per permettere a entrambi di ottenere ciò che vogliono. Ma Jemma non immagina cosa l’aspetta, una volta arrivata nella lussuosa residenza dei Burlingham: galateo, formalità, inviti, ricevimenti e un’odiosa suocera aristocratica. E a quel punto sarà guerra aperta…


Libro carinissimo e divertentissimo che mi ha fatto trascorrere diverse ore in allegria e sopratutto buona compagnia.
Ho amato l'alternanza dei POV dei due protagonisti che ci ha permesso di avere una visione a tutto tondo della vicenda e dell'evolversi delle situazioni ma sopratutto mi è piaciuta la crescita dei due personaggi.
Mentre all'inizio del romanzo Jemma ed Ashford sono congelati in due personaggi stereotipati, l'hippy libera e senza regola e il nobile snob e inquadrato, man mano che gli avvenimenti si susseguono ed i loro sentimenti cambiano e crescono anche loro iniziano a crescere, a mettersi in discussione e cambiare.
La storia può sembrare abbastanza scontata e banale, due si odiano, si trovano costretti a sposarsi e poi si amano e vivono per sempre felici e contenti, ma sono i personaggi che fanno si che una storia trita e ritrita ti entri nel cuore.
E parlo proprio di tutti i personaggi, i genitori di Jemma, Cècile, Harring, Lance, il duca Neville ma sopratutto la suocera Delphina che, pur volendo sembrare un personaggio negativo, che certamente non renderà le cose semplici a Jemma, saprà strappare al lettore più di un sorriso.
Comunque attendo al più presto un libro solo per Cècile e Harring, una improbabile coppia che proprio per questo risulta assolutamente credibile.
Un libro che mi sento di consigliare di cuore alle amanti del romance e anche del chik-lit.

martedì 2 maggio 2017

Recensione: Un lord da conquistare di Virginia Dellamore

Un lord da conquistare
Virginia Dellamore
364 pg
€ 0,99 (ebook) - € 12,99 (Cartaceo)

Londra, 1814. Althea Hope è tutto fuorché un’eroina romantica: ha quasi trent’anni, porta gli occhiali, e il suo guardaroba non contiene un solo abito che non sia terribilmente fuori moda. In più, ricopre la classica professione delle zitelle senza speranza: fa l’istitutrice e la chaperon di una ragazza alla sua prima Stagione. Il suo compito è quello di accompagnare la ricchissima e bellissima Greta agli eventi mondani, tenendola sotto controllo ma rimanendo sullo sfondo come una severa tappezzeria. 
Anche Lord William Warwick non è il protagonista perfetto di una storia d’amore: è misogino e scontroso, e i modi villani che sfoggia anche nei migliori salotti gli vengono perdonati soltanto perché è più ricco di Creso. È giunto a Londra per cercare moglie: perfino lui, che preferisce concedersi dei rapporti fugaci e considera con orrore la sola idea del matrimonio, si rende conto che a trentacinque anni è venuto il momento di dare un erede legittimo al casato. 
Di sicuro, William non è l’uomo ideale di Althea.
Di sicuro Althea non è la donna ideale di William.
Eppure, loro malgrado, finiscono con l’incontrarsi fin troppo spesso e chissà che quelle apparenti scintille d’odio e ripicca non celino ben altri tipi di fiamme...
La storia di un amore imprevisto che tenta vanamente di lottare contro se stesso, fra battibecchi serrati e baci rubati, balli vorticosi e inseguimenti in carrozza, finti corteggiamenti e vere passioni, nel cuore della Londra gaudente del periodo Regency.


Piacevole lettura, senza grandissimi pretese se non quella di accompagnare colui che legge durante pigri pomeriggi o serate solitarie.
Cercate una storia d'amore col lieto fine? ebbene l'avete trovata! cercate la londra dei nobili un po' ridicoli che vedono la pagliuzza negli occhi degli altri e non la trave nel proprio? eccola qui! Volete la storia di due giovani ingenui che forse non sono così sciocchi come pensate e di una coppia improbabile che per orgoglio non esita a ferirsi e continuare a rincorrersi nonostante tutto? Voilà ici!
Leggetela se amate le storie d'amore farcite di battibecchi.

mercoledì 15 marzo 2017

Recensione: Onde di velluto di Chiara Venturelli

Onde di velluto
Chiara Venturelli
Centauria
347 pg
€ 9,90

La voce di Alex, morbida come il velluto, culla migliaia di persone ogni venerdì a mezzanotte, con il suo podcast in cui legge brevi racconti inviati dagli ascoltatori. Tra questi c'è Bianca, ventidue anni, una vita affollata e la passione per le parole. I loro due mondi, tra cui corre una distanza fatta di chilometri, di situazioni, di caratteri, si incontrano nello spazio di Binario 7, una storia inventata... Che non finisce lì. Perché in molti, sul sito di Alex, ne chiedono il seguito e lui stesso si accorge di essere rimasto avvinto: dal racconto e, più ancora, dalla sua misteriosa autrice, con cui comincia un fitto scambio di messaggi. Da qui a conoscersi e frequentarsi davvero, però, ci sono di mezzo non solo un viaggio in treno ma una famiglia di ristoratori, un ex in vena di intrighi, una vicina sexy, un lavoro notturno, svariate sessioni di esami universitari e le mille incomprensioni che la vita può seminare sulla strada di un amore a distanza, compresa una cerimonia in cui si sfiora la catastrofe...

Una lettura piacevole che scorre veloce per una storia d'amore così attuale che nasce e cresce, si tormenta e si corona tramite voci che viaggiano nell'etere e tasti di una tastiera che vengono pigiati con timidezza, indecisione, passione, tristezza, forza, determinazione e amore.
I due protagonisti si conoscono tramite il podcast di Alex, Onde di velluto, dove la sua voce raggiunge centinaia di persone toccandole tramite i racconti da lui scelti ma senza che niente tocchi veramente lui, nascosto dietro un microfono ed una identità virtuale.
Ma poi come succede sempre quella breccia che un cuore ferito cerca di non far mai allargare viene trovata da una persona e in quello spacco si insinua senza volerlo, senza neanche averne consapevolezza.Così Bianca irrompe nella vita di Alex.
Un amore a distanza non è mai semplice, specialmente da riconoscere, si nutre di malintesi, mezze verità, paure, indecisioni ma poi basta incontrarsi, guardarsi, aprire la propria anima e lasciarsi andare.

Onde di velluto quindi è una semplice storia d'amore come ne esistono tante e come tutte è speciale e unica, i suoi protagonisti li possiamo incontrare nella vita di tutti i giorni e per questo è facile immedesimarsi e vivere con loro la storia che scivola tra le righe.
Chiara Venturelli ha uno stile chiaro e pulito, che ti permette di girare le pagine velocemente e finire il libro in pochi giorni, senza scossoni con semplicità
Consigliato a tutti coloro che non hanno paura di inseguire l'amore.